Benin: storia della missione

ANTEFATTI:  La   Missione  voluta  da  Padre  Pio.                Leggi…

STORIA:

Il Capitolo dei cappuccini marchigiani tenuto a Loreto dal 16 al 19 Aprile 1986, aderendo ad un invito del ministro Generale dell’Ordine, Fra Flavio Carraro, a sua volta sollecitato dalla richiesta del vescovo beninese Mons. Isidore de Souza, decise l’apertura di una casa religiosa nella repubblica popolare del Benin, nella diocesi di Cotonou.

Il 4 Ottobre 1987 partirono i primi quattro missionari. Erano i padri Vittore Fiorini, Mario Capriotti, Giansante Lenti, Vincenzo Febi.

    Al loro arrivo i missionari furono ospitati, per un anno e mezzo, nei locali della parrocchia di San Martin, in attesa della costruzione della loro casa su un terreno donato dalle autorità governative.

Il 16 Gennaio 1988 fu posta la prima pietra per il nuovo convento di Cotonou, che venne inaugurato il 15 Aprile 1989.

  

   Nel 1994 venne costruito il secondo convento di Ouidah-Ouèssè come sede della formazione dei postnovizi. Iniziava così la l’attività vera e propria dei missionari che fin dal loro arrivo si erano prefissi tre obiettivi: la testimonianza del carisma francescano, l’inserimento nella chiesa locale, l’evangelizzazione vera e propria del primo annuncio.

A fianco dei missionari del Benin ben presto si portarono le suore Cappuccine Terziarie della Sacra Famiglia, che approntarono un Dispensario sanitario ed un istituto per la promozione della donna.

Nel 1993 approdarono in Benin cinque Clarisse Cappuccine del monastero di Mercatello sul Metauro (PS) che costituirono un polo di vita contemplativa così necessario al fianco degli operai evangelici a volte fin troppo impegnati nelle opere di apostolato, strutturali, logistiche o di … rappresentanza.

Nato e fiorente anche l’Ordine Francescano Secolare. Nella comunità francescana beninese si può ben dire che sia rappresentato tutto il movimento dell’Ordine francescano nelle sue tre famiglie istituzionali: primo, secondo e terzo Ordine del Poverello di Assisi.

Data storica da non dimenticare il 1° Novembre del 1997: la missione ed i missionari ricevettero in visita il ministro Generale dell’Ordine, Fra John Carriveau, che prelude alla costituzione di una Custodia provinciale comprendente tutto il territorio del Benin: il 10 Aprile 1999 la missione beninese viene eretta a custodia dell’intero paese. Nell’occasione, per decisione degli stessi missionari, come titolare e patrono della Custodia è stato scelto San Pio da Pietrelcina.